Berchtesgaden e il Nido dell’Aquila

Il piccolo comune alpino di Berchtesgaden, immerso in uno stupendo scenario naturale, è famoso per il Nido dell'Aquila, la casa di montagna di Hitler.

Il piccolo comune tedesco di Berchtesgaden, situato al confine con l’Austria e circondato dalle catene montuose più belle di Germania, si anima grazie al turismo sia d’inverno che d’estate.

Sono sicuramente le bellezze paesaggistiche ad attirare i turisti, che qui possono svolgere una varietà di sport all’aperto o semplicemente oziare ammirando un panorama stupendo, ma la cittadina è anche tristemente legata al nome di Adolf Hitler, che amava trascorrere in queste zone il suo tempo libero (se ne aveva). Il suo rifugio-regalo, il Nido dell’Aquila, è la principale attrazione turistica della zona.

Prendetevi più di una giornata per venire qui a ricaricare le batterie. Tra stupende passeggiate in riva al lago o nel parco nazionale, succulente cene a base di piatti bavaresi e specialità locali come la testina di vitello impanata o carne di cervo e le invitanti birre prodotte dal birrificio locale il tempo scorrerà piacevolmente lento.

Aggiungete una serata di divertimento con uno spettacolo di danze bavaresi e la vostra vacanza sarà perfetta.

Nido dell’Aquila

La principale attrazione turistica di Berchtesgaden è il Nido dell’Aquila (Kehlsteinhaus), un rifugio alpino! Cos’ha di tanto speciale da essere visitato al pari di un museo o monumento? È presto detto: questo rifugio è un dono di compleanno che i gerarchi nazisti fecero ad Adolf Hitler, grande appassionato di montagna, per i suoi 50 anni.

Il dittatore nazista non abitò mai nel rifugio e vi salì in poche occasioni, ma la curiosità non ferma i turisti, disposti a spendere un bel po’ per salire fino a questo rifugio situato a 1834 metri di altezza, a cui si accede attraverso una strada di montagna lunga 6 km, una galleria e un ascensore con eleganti rivestimenti in ottone e sedili in pelle capace di salire l’ultimo dislivello di 124 metri in soli 41 secondi.

Bisogna riconoscere che sono soldi ben spesi. Il rifugio in sé e la vie di accesso sono opere di eccezionale ingegno, che richiesero uno sforzo notevole di progettazione e costruzione. Vennero costruite nel tempo record di due anni: i lavori impiegarono 3000 uomini e costarono l’esorbitante cifra di 30 milioni di marchi.

Il motivo per cui i turisti si innamorano di questo luogo però è un altro: si tratta dell’impareggiabile vista panoramica sulle Alpi di cui si può godere una volta arrivati in cima al rifugio. Se avete la fortuna di venire qui in una giornata limpida, il paesaggio alpino vi lascerà senza fiato.

Quando avete fatto il pieno di bellezza, riempitevi di cibo all’interno del rifugio, che oggi è un ristorante.

Come arrivare al Nido dell’Aquila

L’unico modo per salire al rifugio-belvedere è prendere il bus navetta che dall’autostazione di Kehlsteinhau vi porta fino all’ascensore. Si può raggiungere la fermata dei bus navetta da Berchtesgaden con un autobus locale.

Il rifugio non è visitabile nei mesi invernali.

Cosa fare a Berchtesgaden

Berchtesgaden è una graziosa cittadina di montagna dove i turisti vengono principalmente per rilassarsi, praticare attività all’aperto come sci ed escursionismo e per stare immersi nella natura.

La seconda attrazione turistica più importante dopo il Nido dell’Aquila è lo spettacolare Parco Nazionale di Berchtesgaden che si estende su una superficie di oltre 200 kmq. I numerosi itinerari escursionistici del parco sono tra i più belli di tutta la Germania e sono adatti a tutti i livelli di fitness.

Un’altra meraviglia naturale che si trova a soli 5km da Berchtesgaden è il lago di Königssee: incastonato tra montagne di alta quota, le sue acque sono purissime e limpide. Con un’escursione in barca sul lago si può raggiungere la graziosa Cappella di San Bartolomeo e da lì lungo un sentiero raggiungere la grotta chiamata “Cappella di ghiaccio“.

Un museo imperdibile per gli appassionati di storia è il Centro di documentazione di Obersalzberg, località in cui Hitler stabilì il secondo quartier generale del proprio governo. Il museo documenta la vita nel complesso creato da Hitler, la vita dei gerarchi nazisti, i metodi di controllo della regione ed altri aspetti del regime nazista.

Per completare il soggiorno a Berchtesgaden in bellezza regalatevi un paio d’ore di relax al complesso termale Watzmann Therme: immersi nell’acqua calda delle piscine avrete di fronte a voi una stupenda veduta sulle Alpi.

Come raggiungere Berchtesgaden

Non esiste treno diretto da Monaco di Baviera a Berchtesgaden: se riuscite a trovare un viaggio con un solo cambio arriverete in due ore e mezza, ma spesso sono necessari più cambi.

Molto più semplice è arrivare in automobile: calcolate circa due ore. Se non volete portare l’auto dall’Italia potete noleggiarne una da Monaco, ma è sempre consigliabile prenotare l’auto online prima della partenza.

Mappa

Alloggi Berchtesgaden e il Nido dell’Aquila

Cerchi un alloggio a Berchtesgaden e il Nido dell’Aquila?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Berchtesgaden e il Nido dell’Aquila
Mostrami i prezzi