Alte Pinakothek, la vecchia pinacoteca

Ammirate i capolavori dell'arte europea dal Medioevo al Rococò nella raffinata Alte Pinakothek, uno dei più importanti musei di Monaco di Baviera.

Ospitata all’interno di un elegante edificio neoclassico, la Vecchia Pinacoteca (Alte Pinakothek) è un museo di grande prestigio nel cuore del Kunstareal, il quartiere dei musei a Monaco di Baviera.

La più importante pinacoteca di Monaco espone i capolavori dell’arte europea, dal Medioevo al Rococò passando per Rinascimento e Barocco, collezionati nei secoli dai ricchi e colti re di Baviera.

Più di 700 sono le opere conservate in questo importantissimo museo che non ha nulla da invidiare ad altri famosi musei internazionali come il Louvre o gli Uffizi.

Con rigore e orgoglio la collezione della pinacoteca è stata nominata “I capisaldi dell’arte europea”. Tutti i maggiori artisti europei sono qui esposti, e una visita alla Vecchia Pinacoteca è davvero un affascinante viaggio nella storia dell’arte occidentale.

L’edificio neoclassico che ospita il museo fu costruito nell’Ottocento. Il progetto è dell’architetto tedesco Leo von Klenze e i lavori di costruzione terminarono nel 1836.

L’edificio si impose come modello per l’architettura museale.

Gli artisti della collezione

Nelle sale della Vecchia Pinacoteca potrete ammirare il celebre Giudizio Universale di Rubens, enorme tela di grandissimo impatto emotivo, così grande da richiedere una sala apposita, e il capolavoro del museo, l’Autoritratto di Dürer.

Altri esempi di importanti artisti esposti alla Vecchia Pinacoteca di Monaco sono:

  • tedeschi: Matthias Grünewald, Albrecht Altdorfer
  • olandesi: Rogier van der Weyden, Hans Memling, Jan Gossaert, Pieter Bruegel il Vecchio
  • francesi: Nicolas Poussin, Claude Lorrain, François Boucher
  • spagnoli: Velázquez, El Greco, Murillo
  • italiani: Botticelli, Tiziano, Raffaello

Il capolavoro dell’Alte Pinakothek

L’opera più famosa dell’immensa collezione d’arte della Vecchia Pinacoteca di Monaco è senza dubbio l’Autoritratto di Albrecht Dürer, pittore tedesco che visse a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento.

Si tratta di un ritratto di eccezionale valore artistico, in cui l’autore si raffigura in posizione frontale e con una forte idealizzazione, elementi tipici della raffigurazione di Cristo. Il suo sguardo fisso e la sua mano, rappresentata come fosse essa stessa lo strumento di lavoro dell’artista, sono molto enfatizzati.

Con questo ritratto l‘artista, che all’epoca aveva solo 28 anni, sembra voler affermare di aver ormai raggiunto la piena consapevolezza del suo valore.

Mappa

Alloggi Alte Pinakothek, la vecchia pinacoteca

Cerchi un alloggio in zona Alte Pinakothek, la vecchia pinacoteca?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Alte Pinakothek, la vecchia pinacoteca
Mostrami i prezzi