Le tradizioni dell’Oktoberfest

Le tradizioni dell’Oktoberfest

Le origini dell’Oktoberfest risalgono al 1810, quando per celebrare le nozze del principe, e futuro re di Baviera, Ludwig I con la principessa Teresa di Sassonia si organizzò la prima edizione. Da allora l’Oktoberfest si svolge dalla penultima domenica di settembre alla prima di ottobre ed è aperta tutti i giorni, dalla , dalle 10 alle 23.30.

Da un semplice, seppur maestoso, ricevimento di nozze, l’Oktoberfest si è trasformata nella festa più internazionale del mondo e, nella sua storia, ha visto numerosi eventi aggiungersi. Tra i più popolari e longevi vi sono l’inaugurazione, la sfilata e il concerto.

L’inaugurazione

Un’inaugurazione solenne, che coinvolge tutti gli abitanti della città, dà l’inizio all’avvenimento. A mezzogiorno in punto della penultima domenica di settembre, nello stand Schottenhamel, il sindaco di Monaco di Baviera apre la prima botte di birra del nuovo anno, vi inserisce, a colpi di martello, un rubinetto di bronzo e pronuncia la tradizionale frase “O’ zapft is!“, “il barile è aperto”.

La sfilata

All’apertura segue un incredibile e colorato corteo di carri, fanfare e corporazioni di birrai in tradizionali costumi bavaresi: pantaloni corti di cuio, calzettoni di lana, gilet di feltro, cappelli piumati, fiocchi e medaglie. La sfilata a tempo di musica, canti e danze e all’insegna dell’allegria raggiunge Theresienwiese, dove si svolge l’Oktoberfest.

Il concerto

L’ultima domenica di settembre, sotto la statua della Baviera di Theresienwiese, sin dalla mattina si svolge, sempre gratuitamente, il grande concerto con tutte le bande musicali degli stand.

Non solo la festa della birra

Nonostante i milioni di visitatori riescono a bere oltre 5 milioni di litri di birra, l’Oktoberfest non è solamente questo. Forse bastano alcune cifre per dare l’idea: durante questi quindici giorni si consumano circa 300 mila salsicce, 600 mila polli, 84 buoi e una quantità indefinita di wurstel. È anche per questo che l’Oktoberfest è la festa popolare più grande del mondo.

Storia dell’Oktoberfest

La prima edizione

Il 12 ottobre 1810 il principe ereditario Luigi, per celebrare le sue nozze con la Principessa Therese di Sachsen-Hildburghausen, invita tutta la cittadinanza di Monaco di Baviera nel vicino Wiese (prato) per partecipare ai festeggiamenti. La grande festa si concluse con una corsa di cavalli e si decise di ripetere la manifestazione anche l’anno successivo: da allora è nata l’Oktoberfest e il prato fu rinominato Theresienwiese, in onore della principessa.

L’Oktoberfest dal 1811

Durante la seconda edizione, oltre alla corsa dei cavalli, si svolse anche la prima Festa dell’Agricoltura dedicata ai prodotti agricoli della Baviera. Ancora oggi questa festa si ripete ogni tre anni in concomitanza con l’Oktoberfest, la prossima edizione si terrà nella zona a Sud della Theresienwiese, mentre la famosa e popolare corsa di cavalli non si disputa più. Dal 1835 si svolge la Sfilata monacense dei costumi tradizionali e dei “tiratori” e nel 1887 avviene per la prima volta l’ormai celebre Ingresso degli osti, degli esercenti del luna park & dei birrai. Negli anni si aggiunsero altri divertimenti e i visitatori, in costante aumento, si intrattenevano nelle piccole baracche degli osti per bere birra. Dal 1896, quest’ultimi, in collaborazione con le grandi birrerie, installarono i grandi capannoni al posto delle baracche e l’Oktoberfest si trasforma nella più grade festa popolare.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle