Itinerario a Monaco di Baviera

Cosa fare a Monaco in tre giorni? Il nostro itinerario, perfetto per un weekend o una vacanza breve, vi porterà a scoprire il meglio della città.

Itinerario a Monaco di Baviera

Cosa fare a Monaco di Baviera quando non c’è l’Oktoberfest? Non ci si annoia di certo!

Con un itinerario di tre giorni, adatto ad una vacanza breve, potete condensare le numerose attrazioni che offre la città: i suoi principeschi castelli, il ricco patrimonio museale, i simboli della Monaco moderna, le birrerie storiche e gli enormi parchi.

Abbiamo creato un itinerario che vi permette di godere della città con i giusti ritmi, ricordando che in vacanza è bello visitare musei e monumenti ma bisogna far spazio anche al relax!

Con più tempo a disposizione potete aggiungere qualche museo alla vostra lista di attrazioni da visitare oppure fare una gita in giornata a Dachau, al lago di Ammer o ai fiabeschi castelli di Ludwig II.

Che fare la sera?

L’itinerario qui sotto è una proposta su cosa fare a Monaco di Baviera durante il giorno: musei, piazze, chiese, parchi e altre interessanti attrazioni da visitare.

Per idee su cosa fare a Monaco di notte vi rimandiamo alla pagina Vita notturna a Monaco di Baviera del nostro sito, dove troverete tutti i consigli per vivere la notte a Monaco e una lista di locali consigliati.

Giorno 1

Aldstadt

Una vacanza a Monaco di Baviera non può non iniziare da Marienplatz, la centralissima piazza nel cuore della città, punto d’incontro e di passaggio. Su di essa si affaccia il Neus Rathaus, il vecchio municipio con il suo nostalgico e buffo carillon Glockenspiel: se venite qui alle 11 o alle 12 potrete assistere dello spettacolo delle figurine che si animano.

A due passi dalla piazza si trova il vivace mercatino Viktualienmarkt, dove potrete fare uno spuntino con prelibatezze locali e internazionali, divertirvi ad osservare la gente che passa o scattare eccezionali foto in stile street photography.

Trascorrete il resto della mattinata visitando le magnifiche chiese di Monaco. Vi sarà facile riconoscere il Duomo, grazie ai due campanili altissimi con le guglie a forma di cipolla, o la Theatinenkirche con la sua facciata color senape. Molto belle anche Asamkirche, un trionfo rococò, e  Sankt Peterskirche, la chiesa più antica di Monaco.

Quando la fame si fa sentire visitate uno dei luoghi simbolo di Monaco: la Hofbräuhaus, storica birreria di proprietà di uno dei sei birrifici cittadini, gli unici autorizzati a servire le loro birre all’Oktoberfest. Specialità bavaresi e fiumi di birra vi attendono in uno dei locali più famosi e più suggestivi della città.

Residenz e Englischer Garten

Rifocillati per bene, è il momento di visitare una delle meraviglie di Monaco: Residenz, il palazzo reale della dinastia dei Wittelsbach, che oggi ospita uno dei musei più interessanti della città, con 90 stupende sale aperte al pubblico. Durante la visita al palazzo potrete ammirare anche il Teatro Cuvillés, il più bel teatro rococò d’Europa.

Terminate la giornata a tutto relax nell’enorme Englischer Garten, un parco cittadino più grande del Central Park di New York! Potete stendervi al sole, godervi una birra in un originale biergarten all’ombra di una pagoda cinese o ammirare le prodezze dei surfisti urbani.


Giorno 2

La Monaco moderna

Il secondo giorno dedicate la mattina ai simboli della Monaco moderna. Iniziate con il museo BMW, un futuristico edificio al cui interno viene celebrato uno dei marchi storici dell’automobilismo e del motociclismo. Date un’occhiata anche all’adiacente BMW World, lo spettacolare show room aziendale a ingresso gratuito e, se avete prenotato in anticipo, partecipate al tour dello stabilimento BMW.

Da auto e moto passate ad altri sport con la visita al villaggio olimpico creato per le Olimpiadi di Monaco del 1972. Sono passati più di quarant’anni ma Olympiapark vi stupirà per la modernità del suo design. Qui potete fare un po’ di tutto: visitare il vilaggio in trenino, partecipare a un tour a tema architettonico, scalare in cordata il tetto dello stadio, assistere ad uno dei numerosi concerti ed eventi che vengono organizzati.

Visita al castello

Nel pomeriggio fate un tuffo nel passato: prendete la metro e raggiungete il sontuoso castello di Nymphenburg, che nel 1664 fu regalato alla principessa Elettrice Adelaide di Savoia dopo aver partorito l’erede al trono di Baviera. All’interno delle sue eleganti sale, riccamente decorate, potrete ammirare anche cimeli ed oggetti di vita quotidiana dei Wittelsbach, i re di Baviera, come la culla dell’infante Ludwig II o la collezione di ritratti femminiili del re Ludwig I.

Una delle parti più affascinanti del castello è sicuramente il Museo delle carrozze, un viaggio nei viaggi di lusso del passato. Il pezzo più famoso della collezione è la fiabesca slitta rococò del re sognatore Ludwig II, attrezzata di lampade ad olio per esaudire il suo eccentrico desiderio di uscite notturne.

Al termine della visita rilassatevi nei bellissimi giardini del castello, passeggiando tra i vialetti e curiosando tra i bizzarri e affascinanti edifici disseminati nel parco.


Giorno 3

Musei di Monaco

Dedicate il terzo giorno ai prestigiosi e interessantissimi musei di Monaco, quasi tutti concentrati nel Kunstareal, il quartiere dei musei. Potreste spenderci intere giornate se li visitate tutti, ma sarebbe un po’ stancante! Scegliete un paio di musei tra quelli che vi interessano di più.

Ce n’è per tutti i gusti, tutte le epoche storiche e tutti i movimenti artistici. Gli amanti di arte classica non possono perdere la Gliptoteca, una straordinaria collezione di statue antiche e Antikensammlungen, con raffinate antichità greche, romane ed etrusche. E per restare nel mondo antico potete visitare il Museo di arte egizia, piccolo ma estremamente importante per l’alta qualità artistica delle opere in esposizione.

Se per voi arte è sinonimo di pittura iniziate dall’ Alte Pinakothek e proseguite nella Neue Pinakothek per un excursus storico sull’arte europea dal Medioevo fino all’inizio del XX secolo.

L’arte del primo Novecento e i movimenti di rottura con la tradizione fino all’arte contemporanea sono ampiamente rappresentati nei musei di Monaco, che espongono opere di artisti del calibro di Van Gogh, Kandinsky, Paul Klee, Dalí, Picasso, Andy Wharlol e molti altri. Se questo è il periodo storico che più vi affascina i musei che vi consigliamo sono la Pinakothek der Moderne, Lenbachhaus, Villa Stuck e Museum Brandhorst.

Viaggio nella storia

Non avete grande interesse per l’arte ma siete appassionati di storia? Anche voi troverete a Monaco abbastanza musei da riempire una giornata intera!

Il più originale è lo Stadtmuseum che ripercorre la storia della città e l’evoluzione della sua identità con esibizioni innovative e curiose. Di impostazione più classica è  il Bayerisches Nationalmuseum, voluto dal re Massimiliano II, che ripercorre la storia del regno di Baviera.

Per approfondire i tragici eventi degli anni del nazionalsocialismo visitate il Centro di documentazione sul Nazismo, inaugurato in occasione del 70esimo anniversario della liberazione.

Rilassarsi a Monaco

Quando avete deciso che di musei avete visto abbastanza concedetevi un po’ di relax. Il modo migliore per rilassarsi è un tuffo nella storica piscina Müllersches Volksbad splendidamente decorata in stile liberty.

Un altro modo per concludere in bellezza la vostra vacanza a Monaco è un tour delle birrerie: sicuramente a questo punto ne avrete già visitate almeno un paio, ma le simpatiche guide locali vi faranno conoscere taverne e pub  storici e piccole gemme note solo alla gente del posto, raccontandovi aneddoti e curiosità.

Prima di partire fate un po’ di shopping per portare a casa con voi souvenir e ricordi della vostra stupenda vacanza a Monaco.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 3 su 5 voti